Maggio 2018

SAN GIOVANNI XXIII°: il Parroco Tengattini - la Reliquia

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Santo Papa Giovanni non ebbe occasione di venire a Gandosso, ma certamente conosceva il nome del paese di Gandosso

“Per dono di Papa Francesco, la nostra Diocesi si appresta a vivere la "Peregrinatio" delle venerate spoglie del Santo Papa Giovanni XXIII. Un figlio di Bergamo, divenuto Padre con un cuore grande come il mondo, torna nella sua terra come Santo: ci auguriamo che questo frutto prelibato delle nostre radici possa diventare seme generativo di un nuovo umanesimo e di nuovi germogli di primavera per la comunità ecclesiale e per la società civile.” (Bergamo, Vescovo Francesco Beschi)

Il Santo Papa Giovanni non ebbe occasione di venire a Gandosso, ma certamente conosceva il nome del paese di Gandosso a motivo di Don Pietro Tengattini (parroco di Gandosso dal 1928 al 1942). Nel suo diario dal titolo “La mia vita in Oriente” scrive testualmente che “il 13 ottobre ricevetti visita del Parroco Don Tengattini di Gandosso, mio antico a caro collaboratore alla Casa dello Studente, di buona memoria” ; in un’altra pubblicazione “Papa Giovanni chierico e Sacerdote a Bergamo” nell’elenco dei “cari condiscepoli” stilato dallo stesso Roncalli nel 1931 viene citato “Don Giuseppe Maffi di Gandosso”; infine nel libro “Il Pastore – Corrispondenza dal 1911 al 1963” in una lettera del 1957 saluta Don Tengattini e ricorda di averne sposato la nipote nel lontano 1920.

Nel 2002 a Gandosso viene dedicata la restaurata sala principale della casa parrocchiale a Papa Giovanni, da poco beatificato da Giovanni Paolo II: in questa sala, luogo di incontro dei vari Consigli e Gruppi Parrocchiali, un grande quadro del Papa “veglia” sul lavoro pastorale che vi si svolge.

Questi semplici ma significativi legami della nostra Parrocchia con la figura di San Giovanni XXIII, sono un ulteriore stimolo a vivere spiritualmente e comunitariamente questo momento del suo ritorno a Bergamo.

Avremo comunitariamente, ma anche volendo singolarmente, l’opportunità di venerare le sue reliquie, ma soprattutto di ricordare e far rivivere in noi il suo insegnamento tanto semplice quanto profondamente cristiano. Alcune sue frasi sono rimaste nei nostri ricordi, basterebbe sceglierne una e metterla in pratica:

“Tornando a casa, troverete i bambini. Date loro una carezza e dite: Questa è la carezza del Papa. Troverete forse qualche lacrima da asciugare. Abbiate per chi soffre una parola di conforto”.

“Cerchiamo sempre ciò che ci unisce, mai quello che ci divide.”

“La bontà vigilante e paziente arriva molto più in là e più rapidamente del rigore e della frusta.”

“Se incontri un viandante non chiedergli da dove viene: domanda dove sta andando.”

“L'Educazione che lascia tracce più profonde è sempre quella di casa. Io ho dimenticato molto di ciò che ho appreso sui libri; ma ricordo benissimo tutto quello che ho appreso dai genitori e dai vecchi.”

 

Il 5 giugno avremo la possibilità, come da programma già annunciato, della “Peregrinazio” a Sotto il Monte per visitare e pregare il Santo insieme a tutto il nostro Vicariato.

Ma avremo Papa Giovanni anche vicino a noi: in Chiesa Parrocchiale, sull’altare delle Reliquie, per tutto il tempo della sua permanenza a Bergamo (24 maggio - 10 giugno) verrà esposta una Reliquia del Santo Papa, donata a tutte le parrocchie dal Vescovo Amadei. Così tutti, anche anziani e malati, potranno onorare e pregare il Santo Papa Giovanni.

Letto 33 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

PARROCCHIA ANNUNCIAZIONE B.V. MARIA
Via Chiesa, 3  -  24060 Gandosso (BG)
Tel: 035.830481 - Mail: gandosso@diocesibg.it