Sacro Cuore

Sacro Cuore

Una chiesetta piccola, semplice, ma ricca di storia e di ricordi per chi l'ha vista sorgere e man mano abbellirsi e rinnovarsi negli anni, particolarmente in occasione del suo 50° anniversario.

Lungo questi anni è stata curata e amata come il "cuore" di Gandosso basso: luogo di incontro domenicale e feriale per i riti religiosi, centro della tradizionale festa di fine giugno ora, nel passato richiamo per i lavoratori che, dopo le feste natalizie, ripartivano per la Svizzera o per le fornaci milanesi, dopo aver celebrato la festa del Sacro Cuore.

Dobbiamo essere riconoscenti alla felice intuizione del Canonico Mons. Alessandro Beretta e di tutti quei gandossesi che con lui posero mano a questa opera, con non pochi sacrifici e tribolazioni, per dare alla gente di Gandosso basso il servizio di una piccola chiesa: la sensibilità religiosa e umana nei confronti dei più piccoli e dei più anziani della comunità in basso fece sbocciare la necessità di una piccola chiesa più vicina alle loro abitazioni, che potesse alleviare la fatica di una lunga salita alla parrocchiale. Una sensibilità che si è rivelata lungimirante allora ed anche adesso: per tanti anziani (ma non solo anziani), per tanta gente nuova arrivata (anche ultimamente), il rintocco delle campane del Sacro Cuore è un consolante e utile richiamo al soprannaturale e alla preghiera domenicale e feriale.

La statua del Sacro Cuore è il centro e il richiamo di questa chiesetta.

Collocata originariamente sopra l'altare, venne in seguito spostata di lato dove fu predisposto un trono. Nel 2001, dopo i lavori di restauro, ritorna giustamente nella sua collocazione originaria sopra il tabernacolo. Secondo i dettami conciliari, il centro dell'altare e dell'abside deve essere occupato solo dalla figura di Gesù Cristo (Croce, Tabernacolo, Ostia ecc.): la statua del Sacro Cuore certamente interpreta questa centralità di Cristo nell'edificio e nella liturgia.

L'effigie è una rappresentazione tipica del Sacro Cuore, a grandezza naturale, con il manto classicamente rosso e con una mano che indica il cuore visibile sul petto.

Il culmine di questa venerazione si ha nella tradizionale festa del Sacro Cuore di fine giugno, durante la quale si svolge una processione con la statua e con una costante e notevole affluenza di tutti i parrocchiani del basso, dell’alto e degli emigrati nei paesi vicini.

 

PREGHIERA AL SACRO CUORE
PreghieraSCuore

Signore Gesù, dall’alto dell’altare della chiesetta di Gandosso l’immagine del tuo Cuore Sacratissimo ci ricorda ogni giorno la grandezza del tuo amore per noi.

Il tuo sguardo sereno e forte ci ripete: “Venite a me voi tutti che siete stanchi e affaticati”.
La mano che ci indica il tuo cuore ci ricorda: “Imparate da me che sono mite e umile di cuore”.
L’altra mano rivolta alla mensa dell’altare ci invita: “Prendete e mangiate il mio Corpo, prendete e bevete il mio sangue”.

Gesù, sappiamo che tu sei misericordioso e che hai offerto il tuo Cuore per noi. Per mezzo del tuo Cuore, fa' che tutti gli uomini si amino. Conserva innocente il cuore dei nostri bambini. Fortifica e allarga a vasti orizzonti il cuore dei giovani. Santifica il cuore e l’amore degli sposi. Sostieni il cuore affaticato dei nostri anziani. Ridona speranza ai cuori sfiduciati e stanchi.

Noi tutti ti amiamo e desideriamo che tu ci protegga col tuo Cuore di Pastore e ci liberi da ogni peccato.
Gesù, entra in ogni cuore! Bussa, bussa alla porta del nostro cuore. Sii paziente e non desistere mai. Noi siamo ancora chiusi perché non abbiamo capito il tuo amore. Bussa continuamente. Fa', o buon Gesù, che ti apriamo i nostri cuori almeno nel momento in cui ci ricordiamo della tua passione sofferta per noi.
Amen.

PARROCCHIA ANNUNCIAZIONE B.V. MARIA
Via Chiesa, 3  -  24060 Gandosso (BG)
Tel: 035.830481 - Mail: gandosso@diocesibg.it